L’ho scoperto per caso e vi posso garantire che è una soddisfazione immensa creare il lievito madre con pochi semplicissimi gesti e solo 100 grammi di farina e poca acqua.

Vi renderete conto di aver creato una sorta di un piccolo essere vivente da nutrire e fare crescere e sarà proprio grazie al vostro impegno e al vostro amore che otterrete risultati fantastici.

Credo sappiate tutti che i lievitati preparati in casa con il lievito madre riempiono di soddisfazione e sentirete un’enorme differenza dai lievitati preparati con il lievito di birra.

Alcuni pensano che è troppo impegnativo prendersene cura ma se avete la pazienza di leggere i pochi passaggi che serve fare, capirete che non vi porterà via tanto tempo e che soprattutto ne vale la pena…

Senza aggiungere che i vostri preparati saranno molto più digeribili e credetemi, vi ” affezionerete” a quel ” piccolino” che avete creato e che vedrete crescere e diventare forte ogni giorno di più. Vi riempirà di orgoglio e soddisfazione preparare pane, torte e pizze per i vostri cari… è un pò come tornare indietro nel tempo…

La panificazione è per molti aspetti affascinante e io vi consiglio vivamente di provare almeno una volta perchè anche se lavorate vi accorgerete che non è complicato.

Servono soltanto 100 grammi di farina possibilmente manitoba o ti tipo 0 e 50 ml di acqua tiepida…ho sentito che alcuni aggiungono uvetta o altre cose che non voglio neppure sentire…io ho usato semplicemente acqua e farina e ho ottenuto un lievito madre eccellente…

Impastate l’acqua alla farina fino ad ottenere una pallina liscia e omogenea che metterete in un barattolo o in un bicchiere stretto e alto e copritelo con della pellicola bucherellata. Lasciatelo riposare per 24 ore…io lo avevo messo in un bicchiere dentro a un pensile della cucina…

Trascorse le 24 ore (minuto più minuto meno), prendetelo e noterete che sarà aumentato di volume e avrà un sacco di alveoli.

Noterete che la parte superiore è secca, bene, eliminatela.

Pesatelo ed aggiungete la stessa quantità di farina manitoba del suo peso e metà dose di acqua cioè se il vostro lievito pesa 150 grammi, aggiungete 150 grammi di farina manitoba e 75 ml di acqua…mescolate bene con energia e fate dinuovo riposare per 24 ore coperto con la pellicola bucherellata. L’operazione che avete appena fatto si chiama rinfresco e andrà fatto per 8/10 giorni. Ogni giorno aumenterà di volume e vedrete che dopo alcuni giorni sarete costretti a cercare un contenitore più grande ma mi raccomando sceglietelo sempre stretto e alto…ovvio che quando inizierà a pesare più di 300 grammi vi consiglio di eliminarne un pò o regalarlo a qualche caro a cui avrete detto come prendersene cura, se no vi troverete a dover aggiungere tanta grammi di farina e vi troverete troppo lievito…

Trascorsi gli 8/10 giorni non dovete più fare il rinfresco ogni 24 ore ma ogni 48… e lo dovrete fare per circa 10 giorni…dopodichè passate a fare un rinfresco una volta alla settimana ma da questo momento tenetelo in frigo con un’accortezza: tenetelo fuori frigo un’ora prima di fare il rinfresco e una volta fatto, lasciatelo riposare un’ora a temperatura ambiente prima di riporlo in frigo…

Vi sembra così complicato?

Io ho iniziato ad usare il mio lievito madre dopo una settimana circa di rinfreschi in frigo e il mio primo esperimento è stato fare la pizza…buonissima, soffice al punto giusto…poi ho fatto una torta di mele e credetemi è da provare…toglietevi questa soddisfazione e vedrete…prossimamente voglio fare i croissant e vi dirò come sono venuti e vi lascerò la ricetta…per ora vi lascio le ricette della pizza e della torta…