Sono tantissime le ricette a base di pesce della nostra cucina italiana…

E un aspetto da non sottovalutare è sicuramente il grande beneficio che traiamo dal mangiare pesce…pesce in generale e, in questo caso i calamari…

Oltre a contenere soltanto 70 calorie per 100 grammi, sono ricchi di omega 3, il che li rende un gustosissimo toccasana per il nostro sistema cardiocircolatorio.

Si prestano davvero ad essere cucinati in tantissimi modi, in insalata per un secondo leggero e salutare, grigliati, e ripieni in umido per una ricetta saporita e gustosa…

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

8 calamari freschi o congelati

250 grammi di tonno sott’olio sgocciolato

5/6 filetti di acciuga sott’olio

2 cucchiai di pecorino grattuggiato

uno spicco di aglio tritato finemente o intero così potete toglierlo se nn vi piace il gusto ma gradite il profumo

un bicchiere di vino bianco

prezzemolo tritato

una bottiglia di passato di pomodoro

olio extra vergine di oliva q.b.

una manciata di mollica di pane bagnata nel latte e strizzata

un uovo intero

PROCEDIMENTO

Se avete acquistato i calamari freschi procedete a pulirli altrimenti sono solo da sciacquare bene sotto l’acqua corrente…

Asciugateli e iniziate a preparare il ripieno…

Tritate il tonno, le acciughe, un po di prezzemolo e la mollica del pane bagnata nel latte e ben strizzata e poi mescolate il tutto all’uovo sbattuto e al pecorino… io non ho aggiunto sale perché ci sono le acciughe e il pecorino che insaporiscono già abbastanza…

Ora prendete le sacche dei calamari e riempitele con il ripieno preparato e poi chiudete con degli stuzzicadenti come nella foto…

Mettete un filo d’olio in una pentola con lo spicco d’aglio, fatelo leggermente dorare poi decidete se tenerlo o toglierlo e mettete in pentola i calamari e i loro tentacoli, fate insaporire qualche minuto a fiamma dolce mescolando e fate sfumare il bicchiere di vino bianco poi aggiungete la salsa di pomodoro e almeno tre bicchieri di acqua…

Coprite e fate cuocere 40/50 minuti…

Con il sughetto con i tentacoli, potete condire la pasta, però dovete farlo asciugare di meno, poi fate restringere quello per i calamari…